Storie di Coaching: In bilico tra lavoro e famiglia

 
 
In questo post vi propongo la storia di una mia cliente per darvi un’idea di come il coaching può aiutare a risolvere alcuni problemi legati a stress, insoddisfazione ed equilibrio e per mostrare  i risultati che si possono ottenere attraverso i percorsi che propongo.
I nomi sono stati modificati per proteggere la privacy delle mie clienti.
 
Silvia:  ” Ora mi sento più serena, più positiva e in controllo della mia vita”.

Ero arrivata al punto di non godermi più nulla nella mia vita privata e professionale e avevo questa sensazione di fallimento in ogni aspetto della mia vita. Avevo un lavoro impegnativo che mi portava via da casa per molto tempo, due figli piccoli che richiedevano molte attenzioni e un marito con cui spesso litigavo per la suddivisione delle responsabilità genitoriali. Mi sembrava che il lavoro (che peraltro mi piaceva) controllasse tutta la mia vita. L’unica via d’uscita mi sembrava quella di lasciare il lavoro e diventare una mamma a tempo pieno.

 

Non posso credere quanto sia stato utile e liberatorio parlare apertamente con Carmen e capire esattamente  cosa stesse accadendo dentro di me. Con il suo aiuto sono riuscita a sciogliere un groviglio di pensieri che mi appesantiva la mente e a capire l’origine della mia insoddisfazione: le mie aspettative nei confronti di me stessa erano troppo alte; volevo raggiungere la perfezione in tutto e facevo sempre i paragoni con altre mamme e colleghe. Il risultato era sempre un giudizio negativo su di me. Il percorso fatto mi ha aiutato a focalizzarmi su cosa era davvero importante per me e ad identificare tutte le aree che mi procuravano stress; ho imparato a cambiare abitudini, superare le false credenze su di me, e a reagire diversamente alle situazioni. In questo modo sono riuscita a  diminuire la pressione dello stress.
Ho iniziato ad organizzare il mio lavoro meglio, a pormi degli obiettivi realistici e a riformulare  le aspettative nei miei confronti imparando a “dialogare” con quella voce critica  dentro di me. Ho imparato a delegare, quando necessario e soprattutto ho imparato a dire di “NO” senza sentirmi in colpa. Ho ricominciato a dormire bene, cosa che non capitava più nell’ultimo periodo e ho cominciato a sentirmi pi tranquilla, più positiva, ed in controllo pur facendo quasi tutte le cose che facevo prima.
 

 

E’ come se fossi rinata e insieme a me la mia famiglia.

 

 
Ho dovuto impegnarmi molto nelle sessioni, non é facile cambiare abitudini che hai appreso durante gli anni oppure idee su di te che magari hai da quando sei piccola. Ma lo sforzo ne é valsa la pena.
 
Sono stupita dalla differenza che questo può fare nella tua vita! E’ come se vivessi in un altro mondo.
 

 

Grazie di cuore,

 

 
 
Silvia, Ricercatrice Senior

 

Add A Comment